carlo/ Marzo 16, 2020/ pensierinlibertà/ 0 comments

#iorestoacasa

Ha ragione Boris Jhonson, siamo un gregge e ci comportiamo da gregge.

Quelle carovane di “cervelli” e “braccia rubate all’agricoltura” in fuga verso la casa di mammà somigliavano e pecore pazze, che hanno solo infettato con strafottenza ed egoismo una parte del Paese già in ginocchio per l’assenza di lavoro.

Ma perchè non hanno chiuso da subito le stazioni, perchè hanno fatto trapelare la notizia?

La mia teoria è che vista la grave situazione dei posti letto in Lombardia ( seguite i TG) i nostri giovani in parte malati erano un costo da rimandare al mittente.

Che andassero ad infettare i terroni e che morissero a mappate, tanto chi se ne fotte se muoiono i lucani o i calabresi sono tutti terroni mafiosi e così ce ne liberiamo per sempre.

Loro gli ospedali ed il PIL lo hanno, ce la faranno a rinascere dalle loro ceneri, si potranno curare, noi?

Questo è il sacrificio che si chiede ulteriormente a noi e che de Luca sta tentando di preservare. Chi vede altro vede i numeri dei profitti personali, dell’aziendalismo incapace di programmare sulle variabili invisibili di una epidemia che certamente avrà l’effetto di abbassare la pressione umana sull’ecosistema.

Questa volta non assistiamo allo sterminio degli africani o dei siriani, di dente lontana e sconosciuta e della quale possiamo anche fottercene, quelle guerre erano troppo poco e costose. Ora i ricchi liberisti del mondo , quelli che hanno privatizzato la sanità e le cure, quelli che pensano che se hai l’assicurazione vai in ospedale altrimenti no, vedranno morire di raffreddore e di terrore i poveri, mentre loro si godranno le mascherine, l’amuchina e se dio vorrà il futuro.

Siamo ancora in tempo per cambiare questo scenario? Io credo di si , ma solo se facciamo i responsabili, se c’impegnamo a sopravvivere ed a darci il tempo di capire come reagire, curarci ed andare avanti, sempre che il nostro tempo ci sia perchè scritto su qualche libro o voluto da Dio.

Io mi impegno ancora da casa, e vi chiedo di farlo in ogni lingua, con ogni religione e credo, attraverso la meditazione o la vostra energia carmica , pregate, unitevi in fratellanza e sorellanza e non chiudetevi nella paura e nell’indifferenza.

andrà tutto bene

#celapossiamofare #andratuttobene

Share this Post

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*
*